Cosa fare per entrare in Comunità ?

Cosa fare per entrare in comunità

Basta alzare il telefono o mandare un messaggio via internet alla comunità prescelta per farsi venire a prendere e iniziare il percorso salvavita, ma molti tossicodipendenti credono davvero di poter superare la dipendenza da soli.

Lo so, ero uno di loro.

Questo punto di vista mi è quasi costato la vita e mi ha fatto finire in grossi guai. Oggi, come operatore del centro di riabilitazione Narconon Alfiere e molti anni dopo, questa è una delle cose più comuni che sento dai tossicodipendenti che visito per portarli al centro.

Con il senno di poi, so quanto sia improbabile che un tossicodipendente possa riprendersi senza l’aiuto degli altri. Tuttavia, non mi aspetto che mi ascoltino più di quanto avrei fatto io quando stavo usando droghe. 

Quindi la mia risposta è quella di dare un riconoscimento per aver identificato che hanno un problema che deve essere affrontato.

Non rispondo mai con un’opposizione diretta a questa affermazione perché ha sempre prodotto un risultato negativo e ha costruito un muro tra me e il tossicodipendente. 

Questo perché la dipendenza è un nemico confuso e ci sono molti fattori mentali e fisici che la guidano.

La mia risposta di solito è più o meno così: “È fantastico che tu riconosca di avere un problema da affrontare. Hai qualche tipo di piano? Le risposte comuni includono: “Smetterò di uscire con i miei amici tossicodipendenti” o “Andrò al lavoro ogni giorno” o “Non uscirò più la sera”, o, o …

Ecco come continuo: “Beh, questi sono tutti ottimi passi da fare, ma hai idea di cosa potrebbe impedirti di essere in grado di seguirli?” Di solito ci sono stati diversi tentativi di astinenza prima della mia visita che ovviamente si sono conclusi con una ricaduta.

È qui che spesso ricevo risposte che incolpano qualcun altro per la ricaduta poiché il tossicodipendente di solito non ha idea di cosa l’abbia causata.

I tossicodipendenti evitano che la responsabilità sia parte della loro dipendenza, spesso incolpano gli altri perché è quasi impossibile accettare che siano loro stessi a creare il problema in primo luogo.

La mia risposta: “Beh, sei d’accordo con me sul fatto che potrebbero esserci delle barriere che ti impediscono di seguire i tuoi piani?”

In base alla mia esperienza come tossicodipendente e come consulente per l’abuso di sostanze che ha aiutato migliaia di tossicodipendenti nel corso degli anni, sono tre le principali barriere che impediscono a qualcuno che sta lottando con l’abuso di droghe o alcol: voglie ossessive, depressione e senso di colpa.

“Sei d’accordo con me che questi possono essere dei grossi ostacoli”? Ho chiesto dopo questa spiegazione. Quasi il 100% delle volte, ottengo il consenso del tossicodipendente sul fatto che sì, queste sono le principali barriere.

La mia prossima domanda: “Hai idea di cosa potrebbe impedirti di superare questi ostacoli?” La risposta è sempre “No”. Questo apre la porta alla discussione su ciò che provoca voglie ossessive, depressione e senso di colpa. Nella mia esperienza per ottenere i migliori risultati questi vengono gestiti in sequenza, a partire dalle voglie ossessive.

Diversi studi hanno dimostrato che il desiderio ossessivo di alcol e droghe porta spesso a ricadute, con tassi di recidiva fino al 90%. Ovviamente, in base a quanto sopra, ha senso che le voglie ossessive siano la prima cosa da gestire con qualsiasi approccio.

Avvicinarsi al tossicodipendente in questo modo offre l’opportunità di educare la persona sul motivo per cui sta attraversando un momento così difficile per superare la dipendenza e rafforza la tua posizione secondo cui ottenere un trattamento, in un ambiente controllato lontano da tutti i fattori scatenanti che impedirebbero il successo, è la soluzione ottimale.

Inoltre, al mio fianco, una squadra composta dai familiari è di aiuto per fare entrare in comunità un tossicodipendente.

Un piano ben preparato, con ciascun familiare che interviene per contribuire a convincerlo dell’unica scelta a disposizione può riuscire a far cadere, uno dopo l’altro, tutti i mattoni del muro che la droga ha costruito per separarlo dalla vita vera.

Non aspettare un altro giorno, aiuta un tuo caro oggi stesso.
Chiama subito il numero verde 800-170-997

Un nostro specialista è ora disponibile per darti assistenza.

Altri articoli

Tossicodipendenza come uscirne

Come uscire dalla Tossicodipendenza

Per convincere la persona ad uscire dalla tossicodipendenza è necessario sapere le motivazioni che hanno indotto la persona a iniziare a fare uso di droghe. La tossicodipendenza è l’inferno degli sconfitti, di quelli che hanno alzato bandiera bianca di fronte a ciò che la vita aveva messo loro di fronte illudendosi, per molto poco tempo,

Leggi tutto »
Come uscire dalla dipendenza da Eroina

Come uscire dalla dipendenza da Eroina ?

Uscire dalla dipendenza da eroina non è possibile da soli, la persona affetta dal seguente problema deve farsi aiutare da una comunità specializzata nella disintossicazione. L’eroina è tuttora considerata la regina nello squallido mondo delle droghe; una regina crudele che ogni giorno pretende centinaia di sacrifici umani in tutto il mondo. La siringa e il

Leggi tutto »