Cosa sono i cannabinoidi sintetici ?

Il pubblico potrebbe non capire cosa sono i cannabinoidi sintetici. Non sarebbe molto sorprendente considerando che questo tipo di droga cambia costantemente, viene costantemente alterata e rinominata o riclassificata dai produttori per evitare la confisca da parte delle forze dell’ordine.

Poiché c’è uno sfortunato movimento in tutta Europa per normalizzare non solo la cannabis, ma anche i vari tipi di forme alterate e chimicamente migliorate di cannabis, gli europei dovrebbero informarsi su cosa sono i cannabinoidi sintetici, cosa li rende dannosi e cosa fare se un familiare o una persona cara usa tali droghe.

Definizione di cannabinoidi sintetici: i cannabinoidi sintetici sono sostanze chimiche artificiali che alterano la mente e che vengono spruzzate su materiale vegetale essiccato e triturato in modo che possano essere fumate, o vendute come liquidi da vaporizzare e inalare in sigarette elettroniche e altri dispositivi. 

Queste sostanze chimiche sono chiamate cannabinoidi perché sono simili alle sostanze chimiche presenti nella pianta di marijuana. A causa di questa somiglianza, i cannabinoidi sintetici sono talvolta chiamati in modo fuorviante marijuana sintetica (o erba finta) e sono spesso commercializzati come alternative sicure e legali a tale droga. 

Non sono assolutamente sicuri e possono avere effetti sul cervello molto più potenti della marijuana”. In breve, i cannabinoidi sintetici non sono marijuana.

I cannabinoidi sintetici appartengono a un gruppo di droghe chiamato Nuove Sostanze Psicoattive, o NPS in breve. NPS si riferisce a droghe non regolamentate che alterano la mente che sono diventate di recente disponibili e che sono destinate a produrre gli stessi effetti delle droghe illegali. 

Le Nuove Sostanze Psicoattive come i cannabinoidi sintetici sono spesso confezionate in confezioni di alluminio colorate o bottiglie di plastica e vendute con vari marchi nei negozi di articoli per la droga, minimarket, negozi di articoli vari, stazioni di servizio e online.

Tali droghe sono vendute “legalmente”, ma spesso non hanno alcun collegamento fisico con la cannabis. La materia secca su cui vengono spruzzate le sostanze chimiche che alterano la mente non sono necessariamente foglie di cannabis. Le sostanze chimiche utilizzate sono quasi sempre composti cannabinoidi realizzati in laboratorio, non sintetizzati da piante di cannabis.

Poiché i cannabinoidi sintetici sono diventati più popolari, le autorità hanno cercato di rendere illegale la vendita, l’acquisto o il possesso delle sostanze chimiche utilizzate per creare il liquido spruzzato sulla materia vegetale. Sfortunatamente, i produttori di droghe aggirano facilmente tali misure modificando le formule chimiche nelle loro miscele.

I cannabinoidi sintetici sono pericolosi per una serie di motivi che compongono una sostanza particolarmente dannosa. Gli utenti hanno facile accesso ai cannabinoidi sintetici perché questi farmaci sono tecnicamente legali e disponibili per l’acquisto in molti negozi e online.

C’è una falsa convinzione che i cannabinoidi sintetici siano marijuana alterata, una “sostanza naturale leggermente modificata” e siano quindi sicuri e innocui.

Un altro fattore critico è che i giovani adulti e gli adolescenti sono diventati più interessati ai cannabinoidi sintetici, mettendo ulteriormente in pericolo una fascia demografica con un comportamento di assunzione di rischi già più elevato del normale.

Un altro fattore che aggiunge danni è che la composizione chimica dei cannabinoidi sintetici è quasi sempre sconosciuta e in continuo cambiamento, il che significa che gli utenti non sanno mai esattamente cosa stanno assumendo. 

Infine, i cannabinoidi sintetici non si presentano facilmente nei test antidroga, incentivando le persone a usarli al posto di droghe che compaiono nei test.

Quanto sopra non è un elenco completo. Molti fattori rendono i cannabinoidi sintetici particolarmente dannosi, e quelli sopra sono i più comuni.

Cosa rende i cannabinoidi sintetici diversi dalla marijuana ?


La differenza fondamentale tra i cannabinoidi sintetici e la marijuana è che la marijuana è una pianta che si verifica in natura. I cannabinoidi sintetici sono materia fogliare che contiene sostanze chimiche psicotrope in forma liquida spruzzate sulla pianta. 

L’unica somiglianza tra i cannabinoidi sintetici e la marijuana è che le sostanze chimiche utilizzate per produrre cannabinoidi sintetici possono avere effetti simili al THC, la sostanza chimica psicotropa presente nella pianta di marijuana.

Una delle principali differenze tra cannabinoidi sintetici e marijuana è che i prodotti a base di cannabinoidi sintetici sono estremamente dannosi, persino pericolosi per la vita. Lo stesso vale per la marijuana, ma si pensa che i cannabinoidi sintetici siano notevolmente più pericolosi.

Gli effetti dell’uso di cannabinoidi sintetici

Poiché la composizione chimica dei cannabinoidi sintetici cambia costantemente, gli effetti di tali droghe sono del tutto imprevedibili. Alcuni dei segnali ed effetti collaterali dell’uso di cannabinoidi sintetici includono:

  • Umore elevato
  • Percezione alterata
  • Allucinazioni
  • Sintomi di psicosi
  • Deliri e pensieri disordinati
  • Ansia estrema
  • Confusione e distorsione
  • Paranoia ed estrema, irragionevole sfiducia negli altri
  • Frequenza cardiaca accelerata
  • Nausea e vomito
  • Comportamento violento
  • Pensieri suicidi
  • Mal di testa
  • Ansia
  • Depressione
  • Irritabilità
  • Dipendenza
  • Sovradosaggio
  • Reazioni tossiche
  • Pressione sanguigna elevata
  • Riduzione dell’afflusso di sangue al cuore
  • Convulsioni
  • Danni renali
  • Morte

Poiché ogni nuovo lotto di cannabinoidi sintetici è realizzato con sostanze chimiche leggermente diverse per evitare la confisca da parte delle forze dell’ordine, non c’è modo di essere sicuri del tipo di reazioni fisiche che si potrebbero avere assumendo tali droghe.

Trattamento della dipendenza

Se qualcuno che conosci usa cannabinoidi sintetici, è essenziale aiutarlo a smettere il prima possibile. Il modo migliore e più sicuro per farlo è aiutarlo a entrare in un centro di riabilitazione per la dipendenza da droga e alcol. Un programma del genere può aiutarli ad affrontare gli aspetti fisici, comportamentali, personali e spirituali della tossicodipendenza.

L’errore più grande che le persone commettono con i cannabinoidi sintetici è che non prendono sul serio i rischi di tali droghe. Presumono che sia la stessa cosa della marijuana, il che non è. Non lasciare che la persona amata contribuisca alla crescente statistica di persone che hanno perso la vita a causa dei cannabinoidi sintetici. Aiutala a trovare un centro di riabilitazione oggi stesso.

Non aspettare un altro giorno, aiuta un tuo caro oggi stesso.
Chiama subito il numero verde 800-170-997

Un nostro specialista è ora disponibile per darti assistenza.